arrow for title

Esperimenti e canali: il framework CACTI

30 Apr, 2021 Marketing
Esperimenti e canali: il framework CACTI

Tra i componenti di base del Growth Marketing ci sono gli esperimenti: per sceglierli e prioritizzarli, ti propongo il mio framework CACTI. Ecco di cosa si tratta.

Perché ti serve un framework

Una struttura, uno strumento, un tool: un framework è un supporto che permette di risparmiare tempo, semplificare il processo e ottenere un risultato migliore. Non è uno strumento magico ma un alleato che, soprattutto nell’approccio del Growth Hacking, può davvero rendere più facile la tua vita. 

Nel nostro mondo ne esistono moltissimi - B.R.A.S.S., PIE, ICE, the hook e bullseye, per citarne alcuni - proprio perché sono perfetti per fare ordine, allineare i dati e prendere decisioni.

Il primo consiglio che ti do è: provali, inseriscili nella tua routine di lavoro e scegli quelli che ti sembrano più adatti ai tuoi obiettivi. Ricorda sempre che lo scopo è migliorare il processo!

Quando diventerai abbastanza esperto e avrai raggiunto la giusta confidenza con le procedure del Growth Marketing, sono sicuro che emergeranno delle nuove esigenze e potrai provare a creare un tuo framework. È quello che ho fatto io con CACTI.

Il framework CACTI

Sì, lo so, potevo scegliere un nome migliore, ma non fermarti alla prima impressione.

CACTI è un framework ideato da me per scegliere e prioritizzare i canali di traction e/o marketing su cui eseguire gli esperimenti di Growth Marketing, soprattutto in ottica acquisition.

Si tratta di un ottimo strumento di lavoro, nato proprio dall’uso pratico e da quelle che erano le mie necessità in questa particolare fase del processo. Sono partito, infatti, da due “comandamenti” del Growth Marketer:

  1. Sfrutta al massimo ciò che già conosci.
  2. Acquisisci il prima possibile nuove informazioni.

E infatti il mio framework punta a trasformare le incertezze in certezze, e a dar loro priorità. Ti spiego come funziona e quali vantaggi puoi avere utilizzandolo.

Come si usa

framework CACTI

Eccolo qui, il framework CACTI, con le sue 7 colonne da riempire. Come? Ti aiuto io.

Inizia sempre dall’obiettivo del tuo processo di Growth Marketing, che potrai inquadrare attraverso il funnel dei pirati. Quando questo sarà chiaro, prendi in mano tutti i canali di traction a disposizione (ti consiglio di leggere il libro Traction di Gabriel Weinberg): dalla SEO, alle pubblicità display, dalle fiere alle unconventional P.R..

Ti sembrerà di sentirti perso tra le mille possibilità che si sono aperte, ma è qui che il framework CACTI arriva a darti una mano: seleziona 3 canali che conosci bene, su cui ti senti abbastanza sicuro, e 3 che non hai mai utilizzato. Questa scelta ti permetterà di rimanere nella tua comfort zone, da un lato, rinforzando le tue certezze, ma anche di fare un passetto verso qualcosa di nuovo.

Inizia a riempire il framework: dovrai assegnare un punteggio da 1 a 10 nelle cinque colonne.

  1. Competitor: quanti utilizzano già quel canale? Se c’è troppa competizione dai un punteggio basso, al contrario se pensi di avere un buon vantaggio strategico vai di voto alto.
  2. Risorse: cosa ti serve? È importante, in questa valutazione, coinvolgere il Growth Team e riflettere sul numero di professionisti, competenze, tempo necessario e risorse finanziarie.
  3. Confidence: come nel framework ICE, anche in questo caso bisogna chiedersi quanto ci sentiamo sicuri a percorrere questa strada. Abbiamo il know-how, abbiamo mai utilizzato quel canale, possiamo prevedere dei possibili risultati? In questa colonna, se non hai abbastanza esperienza o dati oggettivi, cerca di non scendere mai sotto il 5 o il 6: se non conosci abbastanza quel mondo, non sai fino in fondo come potrebbe andare la tua sperimentazione. Datti un voto di incoraggiamento.
  4. Time: una colonna che è tanto semplice da riempire quanto importante. Se i tempi per mettere insieme tutto ciò che devi fare sono fondamentali, quelli per ottenere già delle prime risposte sono vitali Premia sempre i canali a risposta rapida, dopotutto siamo in un processo di Growth Marketing.
  5. Impact: quanto è potente un buon risultato in questo canale? Che impatto potrebbe avere sulla metrica su cui stai lavorando? Anche per questa valutazione vale quello che abbiamo stabilito per la Confidence: pensa positivo, ma non essere irresponsabile.

Dopo aver dato i numeri - nel senso di averli scritti, non di averli stabiliti a caso - somma o moltiplica tutto e riempi la colonna Result, l’ultima. Solitamente si procede con la somma: se le cifre che vengono fuori sono troppo vicine, puoi moltiplicare e vedrai il risultato molto più chiaramente.

Riordina i canali, da quello che ha ottenuto i voti più alti a decrescere e seleziona i primi 3: saranno quelli su cui lavorerai col tuo team, per iniziare. Da questo momento, si riparte con un brainstorming sui canali selezionati… e sicuramente con un altro framework!

I miei consigli

Il framework CACTI fa ormai parte del mio processo di Growth Marketing e della metodologia adottata in 20tab. Per questo, ti lascio qualche suggerimento super-pratico:

Ultimo consiglio, il più importante: questo strumento permette di ottimizzare e raggiungere i risultati senza sprechi di tempo e denaro. Già, il tempo - e di conseguenza il denaro - che nel processo di Growth Marketing ha un ruolo centrale e va organizzato, pianificato e sfruttato al meglio.

Buon lavoro con il mio framework CACTI: lo trovi qui!

Mirko Maiorano

contattaci

Realizziamo la tua idea di business, con un team trasversale e un mindset agile.

Parlaci del tuo progetto!

Blog

Potrebbe interessarti anche: