arrow for title

IAD 2022: la testimonianza del team 20tab

25 Gen, 2023 Community
IAD 2022: la testimonianza del team 20tab

Il 13 e 14 Ottobre 2022 si è svolto a Brescia lo IAD, la più grande conferenza italiana dedicata ad Agile e Lean.

Il team 20tab non poteva di certo mancare e, oltre a partecipare come sponsor, alcuni membri del team hanno seguito da vicino talk e workshop, raccontandoci poi dettagli e impressioni.

 

Come era organizzata la conferenza? Era la prima volta che partecipavate?

 

Gabriele: Io partecipo da diversi anni come spettatore, 20tab era presente invece come Sponsor. La conferenza era organizzata secondo un calendario che prevedeva una prima giornata di workshop e una seconda giornata di talk.

Ileana: Era la prima volta che partecipavo, e anche la prima volta che prendevo parte in generale a una conferenza incentrata solo sul tema agile. C’erano diverse aule a disposizione, ognuna con un programma di talk da poter seguire.

Mirko: È la seconda volta che partecipo, e per questo è stato più semplice per me fare networking. Ogni ora c’erano tre o quattro talk diversi, e questo dava la possibilità di avere una vasta gamma di argomenti tra i quali poter scegliere.

Raffaele: Non è la prima volta che partecipo, e cerco sempre di essere presente a questa conferenza. È stato il primo IAD dal vivo dopo la pandemia, e l’emozione per essere di nuovo lì di persona non è mancata.

Serena: Sì, era la prima volta per me. C’erano aule di diversa grandezza e ognuna ospitava talk più o meno lunghi.

 

Ci sono stati argomenti che ti hanno interessato di più?

 

Gabriele: Per quanto riguarda i workshop, ho partecipato a “DDD in pratica: i pattern per passare dal monolite ai micro servizi” di Alberto Acerbis, a “Inception Deck: A Starter Kit” di Andrea Gelli, che è stato molto interessante perché era incentrato sulla fase iniziale dei progetti, quella che in 20tab chiamiamo exploration e che per noi è un argomento centrale.

Ho seguito anche “Un disegno vale più di mille parole” di Francesca Martinuzzi, che parlava dell’importanza della parte visuale delle attività. Per quanto riguarda la seconda giornata, invece, mi hanno colpito il talk di Fabio Armani “Product Values – ethic considerations”, quello di Nigel Thurlow “Myth busting in Agile Scaling” e quello di Andrea Provaglio “Why Agile Transformation Fail (and what to do about it)”, molto interessanti e ricchi di contenuti.

Ho voluto poi seguire “I corpi in affitto: come rimuovere le aberrazioni del “body rental” – the agile day” di Alessandro Giardina, altro tema importante in 20tab.

Ileana: Sono stata insieme a Serena al banchetto informativo 20tab, e ho seguito alcuni talk. Mi è piaciuto molto quello presentato da Fabio Armani “Product Values – ethic considerations”, che ha parlato di etica in generale e ha evidenziato nello specifico l’aspetto etico nella produzione di un prodotto.

Ho seguito poi il talk di Andrea Provaglio, che ha mostrato le diverse criticità nelle aziende, e quello di Alessandro Colla “Cos’è la felicità per te”, che ha analizzato la felicità di una persona utilizzando dati ricavati da diverse ricerche scientifiche.

Mirko: Molti argomenti erano verso la cultura dell’agile. Quelli che mi sono piaciuti di più erano incentrati sull’organizzazione manageriale agile, non tanto quelli riferiti alla parte pratica ma quelli più filosofici, di strategia, teorici.

Mi sono interessati molto il talk di Nigel Thurlow “Myth busting in Agile Scaling”, in quanto ha introdotto un nuovo modo di fare agile che coinvolge i Manager nella gestione diretta del problema, e quello di Andrea Provaglio “Why Agile Transformation Fail (and what to do about it).

Ho poi seguito “I corpi in affitto: come rimuovere le aberrazioni del “body rental” – the agile day” di Alessandro Giardina e “Product Values – ethic considerations” di Fabio Armani, entrambi molto interessanti e coinvolgenti.

Raffaele: Ho partecipato a tre workshop durante la prima giornata, e ho seguito diversi talk il giorno dopo. Mi ha colpito molto l’intervento di Dimitri Favre “Chiedi chi erano i Beatles, oppure chiedi cos’è l’agile”, che ha parlato di agile in un modo davvero originale.

Ho seguito poi “Why Agile Transformation Fail (and what to do about it)” di Andrea Provaglio, che è stato d’ispirazione per me, e “Product Values – ethic considerations” di Fabio Armani, davvero molto toccante se si è interessati all’etica sul lavoro.

Originale è stato anche il talk di Alessandro Colla “Cos’è la felicità per te”, che si è soffermato, utilizzando dati scientifici, su ciò che influenza la felicità di una persona.

Serena: Io sono stata prevalentemente occupata al banchetto informativo 20tab con Ileana, ma ho partecipato a qualche talk. Ho seguito “Product Values – ethic considerations” di Fabio Armani, che è stato molto emozionale e coinvolgente, e “Chiedi chi erano i Beatles, oppure chiedi cos’è l’agile” di Dimitri Favre, che ho trovato molto originale e che mi ha lasciato diversi spunti di riflessione e approfondimento.

 

Cosa riporti in 20tab da quest’esperienza?

 

Gabriele: La consapevolezza del ruolo di 20tab rispetto alle altre aziende italiane che operano nello stesso ambito, e sapere che il tema agile è sempre più diffuso tra le persone.

Ileana: La soddisfazione di far parte di un team che abbraccia completamente il mindset agile, e la voglia di fare sempre più divulgazione su questo tema.

Mirko: L’essere sempre più convinto del fatto che la trasformazione agile è continua e costante, e quindi il prendere coscienza di non potersi fermare e voler continuare a migliorare. E la differenza tra rapporto umano e rapporto professionale: si può essere amici avendo diverse vedute professionali e lavorative, e viceversa.

Raffaele: Sicuramente l’utilità di fare networking per far conoscere sempre di più 20tab in ambito agile. A livello pratico invece vorrei riportare in 20tab un confronto su come facciamo i test funzionali. In azienda usiamo BDD. Ma aver seguito il workshop “Sviluppo Outside-In guidato dai test” mi ha generato la voglia di metterlo a confronto con ATDD. Un modo altrettanto interessante di lavorare sui test di accettazione. .

Serena: Una maggiore capacità organizzativa, e una più profonda consapevolezza dei valori 20tab.

 

contattaci

Hai una buona idea ma non sai che pesci prendere?

Parlaci del tuo progetto

Blog

Potrebbe interessarti anche: